Monthly Archives: febbraio 2016

[STORIA VERA] I clienti COLLEZIONANO preventivi (compreso il LORO) per poi scegliere il più basso. Piero e Francesca NON SANNO come invertire la tendenza. Ti spiego dove SBAGLIANO e cosa POSSONO fare con internet….

By | 24 febbraio 2016

sito web efficace

“Buongiorno Gianpaolo, vorremo fare SEO per avere più richieste di potenziali clienti dal sito web….anche perché spesso ci capita che i clienti ci chiedano il preventivo come fanno con altri 4/5 nostri concorrenti per poi scegliere quello che costa di meno….”

Ho parlato con Piero (nome inventato) due/tre settimane fa….e tra le altre cose, m’ha raccontato la problematica esposta nelle tre righe sopra riportate. Ma andiamo con ordine e partiamo dall’inzio.

Piero è il direttore commerciale di un’azienda di serramenti locale: rivendono e installano infissi per cittadini privati della loro zona. Piero e Francesca (la titolare) credono che internet possa essere un mezzo di comunicazione adatto ad aiutarli a migliorare le loro perfomance commerciali, e negli anni hanno anche fatto discreti investimenti sul web, purtroppo con pochi risultati perché sono incappati nelle grinfie di “truffaroli” (crasi di truffatori e fuffaroli, la peggior specie di miei “concorrenti”).

Ora, il fatto di essere incappati in fornitori di servizi web poco “professionali” non può certo essere visto come una loro colpa, ma la frase di Piero citata in apertura di articolo “spesso ci capita che i clienti ci chiedano il preventivo come fanno con altri 4/5 nostri concorrenti per poi scegliere quello che costa di meno…” mi ha fatto pensare e mi ha portato a fare delle riflessioni. E se sei un imprendiotre che legge questo articolo, ti invito a fare attenzione perché è probabile che tu possa riconoscerti in questa situazione…

Dove sbagliano Piero e Francesca

dove sbaglianoCome ti dicevo, la chiacchierata con Piero mi ha portato a fare delle riflessioni sulla loro presenza online. Ti spiego meglio a cosa mi riferisco.

L’azienda di Piero e Francesca è un’azienda locale di rivendita di serramenti ai cittadini privati, e quindi commercializzano e installano infissi di marchi importanti presenti sul mercato: (Schuco, Rehau ecc ecc)…Questi sono prodotti di sicura qualità, ma hanno un difetto: così come li rivendono loro, ci sono enne altri concorrenti che rivendono gli stessi prodotti.

Allora guardo il sito, che in prima battuta Piero e Francesca mi avevano chiesto di posizionare su Google (servizio che gli ho SCONSIGLIATO per motivi che non tratto in questo post per non divagare) e ne controllo i contenuti:

  • Sezione azienda con la presentazione aziendale,
  • catalogo dei prodotti ben curato con la presentazione di molti prodotti,
  • gallery con le foto di alcune realizzazioni,
  • sezione partners con l’elenco dei marchi dei prodotti rivenduti,
  • sezione opinioni VUOTA (suppongo volesse contenere testimonianze di clienti soddisfatti…),
  • sezione news con la pubblicazione di decreti sull’efficienza energetica, incentivi ecc
  • e poi le pagine “dove siamo” e “contatti”.

Nel sito ci sono i link ai profili social:

  • Facebook: 126 like alla pagina. Media di un post a settimana con contenuto vario tra: presentazione di prodotti, link a incentivi statali e foto di realizzazioni effettuate presso altri clienti;
  • Twitter: gli ultimi due tweet sono uno del 21 novembre 2015 e quello precedente del 26 neovembre 2014
  • Linkedin: pagina aziendale con un paio di post al mese con contenuti simili alla pagina Facebook.

Ora ritorno (per la terza volta) alla frase pronunciata da Piero

“spesso ci capita che i clienti ci chiedano il preventivo come fanno con altri 4/5 nostri concorrenti per poi scegliere quello che costa di meno…”

e ripensando alla presenza online dell’azienda mi domando:

  • Cosa fa l’azienda in questione per comunicare valore ai propri clienti?
  • In base a quali contenuti il cliente dovrebbe capire che questa azienda VALE DI PIU’ rispetto ai concorrenti?

I clienti non comprano prodotti o servizi. I clienti comprano SOLUZIONI

clienti comprano soluzioni

Prima di proseguire con l’analisi della situazione online dell’azienda di Piero e Francesca, non possiamo non partire dal capire cosa spinge i clienti all’acquisto, in qualsiasi campo e settore (ripeto, in QUALSIASI campo e settore):

 

  • Fai il fotografo di matrimoni? Gli sposi vogliono che il giorno più bello della loro vita sia immortalato nel modo più bello ed emozionante possibile. Vogliono un bel RICORDO, non vogliono l’album delle foto o il video,
  • Sei una web agency? Gli imprenditori vogliono sfruttare internet per aumetare il fatturato, gliene frega poco se usi WordPress o Joomla,
  • Vendi infissi come Piero e Francesca? Allora i tuoi clienti si rivolgeranno a te perché vogliono risolvere il problema degli spifferi e della dispersione di calore in casa, gli interessa poco se gli vendi Schuco o Rehau,

Potrei andare avanti per ore…ma se pensi al tuo settore e magari ti prendi qualche minuto per riflettere, concorderai con me che anche i tuoi clienti fanno questo tipo di ragionamento: è NORMALE. FUNZIONA COSI’, SEMPRE.

Ma Piero e Francesca, quale SOLUZIONE comunicano online?

Ripercorriamo l’analisi della presenza online di Piero e Francesca: che tipo di SOLUZIONI propongono ai loro clienti. Te lo dico io:

NESSUNA!

Ripassiamo la situazione

Sito:

  • Sezione azienda: presentano la loro azienda, lo fanno anche benino. Ma lo fanno anche tutti i concorrenti. E NON si rivolgono ai loro clienti, specificando ad esempio se si rivolgono ad un tipo di clientela piuttosto che a un’altra. Vendono prodotti di fascia alta, e questo dettaglio IMPORTANTE non è subito chiaro: “Cerchi il TOP del TOP per i tuoi infissi, hai trovato i professionisti che fanno per te” è una frase di esempio che potrebbe essere utilizzata. L’ho buttata giù al volo, non c’è dietro uno studio, ma almeno fa intuire al potenziale cliente che cerca la qualità, che non si trova davanti un’azienda che vende prodotti low cost. E questo già un po’ “accorcia le distanze”.
  • Catalogo prodotti: presentano i prodotti. Gli stessi che si trovano nei siti delle case madri. Gli stessi che hanno i loro concorrenti nello show room e nei rispettivi siti web.
  • Gallery realizzazioni: ok questa è una sezione più personalizzata, penserai. Ma c’è un però…Innanzitutto le fotogallery con le realizzazioni sono presenti in quasi TUTTI i siti di questo tipo di azienda, quindi non è una gran novità all’occhio dell’utente. E inoltre le foto delle realizzazioni mostrano il RISULTATO finale ottenuto, non spiegano il problema iniziale, la soluzione che si è trovata e i benefici che ne sono derivati…
  • Sezione partner: lista con i loghi dei fornitori. Ce l’hanno tutti i concorrenti. Nessun valore per il potenziale cliente che visita il sito.
  • Sezione news: pubblicazione dei bandi degli incentivi e dei decreti legge. Vi sfido a trovare un temerario che abbia voglia di sorbirsi quella pappardella…Che poi sono informazioni facilmente replicabili da qualsiasi loro concorrente.
  • Sezione opinioni: ohhhh!!!! Finalmente qualcosa di interessante…fammi vedere se ci sono e quanti sono i clienti soddisfatti di questa azienda…Ops! Sezione VUOTA!

Social:

  • Facebook: i like sono pochi (126) e anche i post non sono dei migliori. Si ripetono alcuni contenuti del sito: foto delle realizzazioni, info sugli incentivi ecc ecc….NESSUNA comunicazione diretta ai clienti!
  • Twitter: 2 tweet in due anni. Un profilo Social così non serve. VA CHIUSO!
  • Linkedin: stesso discorso di Facebook con meno followers (e poi essendo un’attività B2C, LinkedIn non è il social più adatto, chiuderei anche quello)

Cosa si può (e si DEVE) fare

cosa farePiero e Francesca DEVONO cambiare approccio, devono cambiare MENTALITA’: internet deve essere SFRUTTATO per COMUNICARE ai propri clienti quello che ai clienti INTERESSA.

Ripeto per chiarezza: bisogna COMUNICARE ai clienti quello che ai clienti INTERESSA.

E cosa interessa ai clienti?

Non esiste domanda al MONDO alla quale sia più FACILE rispondere: quello che interessa ai clienti, sono i clienti STESSI a chiedertelo TUTTI I SACROSANTI GIORNI che Dio manda in terra.

Tornando a Piero e Francesca e alla loro azienda di serramenti, e immedesimandomi in un loro potenziale cliente, quello che mi interessa sapere potrebbe essere:

  • Qual è la differenza tra infissi low cost e quelli che vendono loro? E’ più conveniente investire di più subito per non avere problemi dopo? E quali possono essere i problemi degli infissi low cost?
  • Quanto tempo ci mettono a farmi l’installazione? E quanti operai mi ritrvo in casa in quei giorni?
  • Hanno clienti soddisfatti? Spesso con gli “artigiani” ci si imbatte in cattive esperienze. Ogni persona che conosco ha avuto almeno una volta nella sua vita un problema con un artigiano che gli ha fatto un lavoro in casa. Voi avete clienti soddisfatti? Come controllo questa cosa?
  • Quanto mi migliora l’isolamento termico della mia casa l’installazione di nuovi infissi?

Potrei continuare, ma mi fermo qui…sono sicuro che sei fai mente locali sui TUOI clienti, ti vengono in mente MILLE domande frequenti che ti vengono poste.

In che modo COMUNICARE con internet queste informazioni

Ok, diciamo che un po’ t’ ho convinto che se cominci a comunicare questo tipo di informazioni, partiamo col piede giusto e siamo sulla buona strada, ma come METTERE in PRATICA queste “strategie”?

Ci sono diversi modi:

  • Blog: puoi aprire un blog aziendale, e comunicare con costanza i VALORI della tua azienda, del tuo prodotto o del tuo servizio,
  • Social Network: puoi utilizzare i social Network che sono un ottimo strumento di visibilità e di diffusione di contenuti,
  • Video: puoi fare dei video da mettere su Youtube e su Facebook,
  • Newsletter: puoi usare l’email marketing per diffondere il nuovo tipo di comunicazione che ti appresti ad adottare,
  • SEO e Adwords: puoi usare Google, con servizi SEO e/o campagne Pay Per Click, per aumentare la visibilità della tua presenza online e diffondere il nuovo tipo di messaggio che vuoi comunicare.

Tieni comunque presenti che tutti questi sono strumenti di diffusione di un MESSAGGIO. Ma da quello si parte, dal MESSAGGIO: e se il messaggio è sbagliato, NON funzionerà, qualsiasi sia lo strumento di diffusione che decidi di utilizzare.

I VANTAGGI (ENORMI) di questo approccio

vantaggi dell'approccioSe invece di pubblicare l’elenco dei prodotti che rivendi, cominci a fornire ai tuoi potenziali clienti informazioni riguardanti le SOLUZIONI che puoi adottare per i LORO problemi, e lo fai con costanza, e lo fai con qualità a quel punto inneschi un processo che ti porterà a NON apparire più agli occhi dei tuoi potenziali clienti come UNO DEI POSSIBILI RIVENDITORI di quel particolare prodotto…

Diventerai l’ESPERTO a cui rivolgerti per la soluzione dei loro PROBLEMI.

E magicamente, cominceranno a rivolgersi a te clienti che ti hanno GIA’ SCELTO, e che non avranno intenzione di chiedere altri mille preventivi.

Le Controindicazioni (FASULLE) di questo approccio

Ti sia ben chiara una cosa: quando parlo di scrivere articoli su un blog, di fare dei video o di presidiare Facebook, intendo che devi essere TU IMPRENDITORE a farlo: non sono attività che puoi delegare alla segretaria o alla stagista.

Come ti dicevo prima, devi cominciare ad usare il WEB per COMUNICARE coi tuoi clienti: se nella realtà offline lo fai tu, perché online dovrebbe farlo qualcun altro al posto tuo?

Quindi serve il tuo impegno: assolutamente SI. E’ il vero approccio che può cambiare DRASTICAMENTE i risultati che ottieni da internet: ASSOLUTISSIMAMENTE SI.

Se hai bisogno d’aiuto sono QUA

contattamiSe ti è piaciuto l’articolo, hai il tipo di problematica di Piero e Francesca e vuoi trovare una soluzione diversa rispetto a quella che stai usando oggi sul web, clicca qui e contattami, oppure chiamami al 348.8019772: ne parliamo senza impegno e vediamo se sei in una situazione in cui posso darti una mano.

 


 

Prima di lasciarci

Anche per oggi il post è finito.

Prima di lasciarci però ti chiedo una piccola CORTESIA:  ripagami lo sforzo che impiego nella stesura di

questi contenuti semplicemente facendo click su uno dei tasti di condivisione.

facebook-logo 2000px-Linkedin_icon.svg google-plus-logo

A te non costa nulla, per me è invece fonte di grande soddisfazione :-)

Ciao e ci vediamo al prossimo articolo!


 

YouTube SEO (e non solo): perchè DEVI usare YouTube per la Tua Azienda e 10 Consigli PRATICI per Sfruttarlo al Meglio.

By | 17 febbraio 2016

 

youtube-for-your-business-639x251.png

Sempre di più si sente parlare di quanto i video siano importanti per diffondere i contenuti e le informazioni sulla propria azienda. Io stesso, in articoli precedenti, ho scritto di quanto sia importante non escludere questo canale di visibilità troppo spesso IGNORATO.

Nel post di oggi approfondisco questo argomento, cercando di passarti tutte le informazioni che sono in mio possesso, per darti gli strumenti per sfruttare al meglio questa possibilità che il web ti offre per aumentare la visibilità in un modo che molto probabilmente i TUOI CONCORRENTI IGNORANO.

YouTube SEO (e non solo): perchè DEVI usare YouTube per la Tua Azienda e 10 Consigli PRATICI per Sfruttarlo al Meglio

Cominciamo con qualche numero….

Giusto per capire di che tipo di fenomeno stiamo parlando, ti butto già qualche dato, estratto direttamente dalla pagina ufficiale delle statistiche di Youtube

  • YouTube ha oltre un MILIARDO di utenti, quasi un terzo di tutti gli utenti su Internet, e ogni giorno le persone guardano centinaia di milioni di ore di video su YouTube e generano miliardi di visualizzazioni.
  • YouTube, in particolare sui dispositivi mobili, raggiunge più adulti nella fascia di età 18-34 e 18-49 anni rispetto a qualsiasi rete via cavo negli Stati Uniti.
  • Il numero di ore che le persone trascorrono a guardare video, noto anche come tempo di visualizzazione, su YouTube aumenta del 60% su base annua, la crescita più rapida registrata in 2 anni.
  • Il numero di persone che guarda YouTube al giorno cresce del 40% su base annua da marzo 2014.
  • Il numero di utenti che visita YouTube dalla home page, come se stesse accendendo la televisione, è più che triplicato su base annua.

Quindi UN MILIARDO di utenti e trend di utilizzo in costante crescita!

I VANTAGGI NELL’ USARE YOUTUBE per la tua azienda

Youtube marketing

Forse ti starai chiedendo quali vantaggi possa portati l’uso di YouTube per la tua azienda, o magari pensi che nel tuo settore NON sia un strategia che possa funzionare…

In risposta a questi tuoi dubbi, ti elenco tutti i vantaggi che può darti usare in maniera costante Youtube:

 

#Posizionamento su Google

Se pubblichi un video su Youtube, e lo ottimizzi dal punto di vista SEO (più avanti nell’articolo ti do qualche consiglio su come farlo), puoi ottenere il GROSSO vantaggio di posizionarlo anche su Google per qualche parola chiave.

Ad esempio, se cerchi su Google “Come scrivere una newsletter efficace” trovi il mio video posizionato in seconda pagina

SEO Youtube

Ora, la seconda pagina NON può essere considerato un risultato sensazionale, ma vanno fatte due considerazioni importanti:

  • La prima è che io opero in un settore (quello del web marketing) dove molti miei concorrenti fanno SEO di lavoro. Quindi la competizione è elevatissima, cosa che SICURAMENTE non sarà allo stesso livello nel TUO settore, e quindi hai un GROSSO vantaggio rispetto a me,
  • La seconda è che, benché il mio video appaia in seconda pagina, è l’UNICO video presente per quella specifica ricerca. Secondo te, tra gli utenti che arrivano alla seconda pagina di Google per quella parola chiave, qual è il risultato che ATTRAE di più la loro attenzione (e i loro click)

#Traffico da Youtube

Oltre alla possibilità di posizionarti su Google, avere un canale Youtube aziendale, ti porterà ad avere traffico aggiuntivo ed intercettare utenti che diversamente non potresti. Anche su Youtube vengono fatte miliardi di ricerche, e creare contenuti video non farà altro che aumentare la possibilità che gli utenti li trovino ed entrino in contatto con la tua azienda tramite questo mezzo.

#Contenuto di qualità da diffondere online

Altro vantaggio non indifferente che si ottiene dalla creazione di un proprio canale di Youtube è che i video pubblicati puoi diffonderli online su tutte le altre tue presenze: il sito aziendale, il profilo Facebook, la pagina LinkedIn ecc ecc. Aumentando così la possibilità che gli utenti li guardino.

#Dai agli utenti quello che VOGLIONO

I video sono il mezzo PREFERITO dagli utenti per “consumare” contenuti, di qualsiasi tipo esso siano. Se spieghi il tuo prodotto/servizio con video e i tuoi concorrenti NON lo fanno, in molti ti preferiranno…

I 10 consigli da seguire per SFRUTTARE al MEGLIO YouTube 

1. Usa un SOLO account (per tutta la tua presenza online)

E’ probabile che tu abbia una pagina Facebook aziendale, un profilo G+, una presenza su LinkedIn ecc ecc

Per creare un canale Youtube, ti serve avere un account di Google. Quello che ti consiglio è di avere UN ACCOUNT tramite il quale crei tutti questi profili: i vantaggi di questo approccio sono diversi tra cui la praticità di gestione (se hai un account diverso per ciascuna presenza ti rimbecillisci a rimbalzare da uno all’altro e devi ricordarteli tutti) e la creazione di una PRESENZA UNIFICATA (molto utile soprattutto per il collegamento tra  la scheda MyBusiness di Google, G+ e canale di Youtube)


2. Collega il sito web aziendale al tuo canale

Una volta creato il tuo canale di Youtube dovrai preoccuparti subito di collegargli il sito web della tua azienda. Ti spiego come fare:

In alto a destra, in clicca sull’immagine del tuo account e poi su “Creator Studio” (vedi immagine sotto)
Come creare canale YouTube

 

All’interno di “Creator Studio” vai nella  sottosezione “Canale” (nel menù laterale di sinistra) e clicca su “Avanzate”. 

Sottosezione Canale Avanzate - come creare canale youtube

Poi vai su “Sito Web Associato”. Non dimenticarti di inserire tutti i tuoi dati e di cambiare anche le impostazioni predefinite per la pubblicazione dei tuoi futuri video. Imposta Privacy, Categorie, Tag, Località del video, lingua ecc., così, una volta fatto, non dovrai più preoccupartene in futuro.


3. Personalizza la grafica del tuo canale

Anche l’occhio vuole la sua parte, quindi ricordati di personalizzare la grafica del tuo canale. Io ti consiglio di coordinare la grafica a quella del tuo sito aziendale o del tuo blog, in modo da mantenere  una identità comune che immediatamente faccia capire all’utente che è in contatto con la tua azienda a prescindere dal fatto che si trovi sul tuo canale, sul tuo sito, sulla tua pagina Facebook ecc ecc

ATTENZIONE: Youtube è RESPONSIVE (ovvero adatta la struttura grafica al dispositivo da cui ti colleghi). Quindi se fai un’immagine che NON tiene conto di questo, rischi ad esempio che sugli smartphone non si veda bene.

Cosa fare: nell’immagine sotto sono riportate le dimensioni  con le quali Youtube pubblica la grafica del canale sui vari dispositivi. Hai quindi due possibilità:

  • Crei un file della grafica che contenga nello spazio “piccolo” (1280×350 pixel, quello visualizzato su smartphone e monitor piccoli) TUTTE le informazioni più importanti che vuoi passare, per poi aggiungere negli spazi ulteriori, contenuti grafici aggiuntivi considerando che più vai verso l’esterno, meno dispositivi riusciranno a visualizzarli,
  • Crei un file della grafica che contenga TUTTO nello spazio più piccolo di 1280×350 pixel (come ho fatto io): a mio parere esagerare con la grafica del canale, disperdendo tempo nell’elaborazione di file complessi è superfluo. Fai bene la grafica nella misura più piccola, che si vede su tutti i dispositivi e il resto del tempo lo sfrutti per creare video:

Grafica canale Youtube

Clicca sull’immagine per ingrandirla


4. YouTube SEO: Imposta le giuste Parole Chiave

Numero di KeywordsBene, una volta creato il canale, impostati tutti i dati più importanti e progettato una grafica che rimandi alla tua azienda e al tuo business è ora di passare alla YouTube SEO dei tuoi video.

Ricorda infatti che, nonostante la sua potenza, YouTube trova ancora qualche difficoltà nel leggere i contenuti video, quindi è necessario dire esattamente alla piattaforma di cosa parla il video nella descrizione TESTUALE.  Per ottenere maggiore visibilità su Youtube e aumentare il ranking devi infatti, per prima cosa, trovare le PAROLE CHIAVE GIUSTE, ovvero quelle parole e frasi esatte che le persone utilizzano per la ricerca di contenuti come i tuoi, su YouTube.

Per la scelta delle parole chiave esistono strumenti specifici a pagamento che ti danno i dati delle ricerche fatte su Youtube. In questo caso non te li citerò: soprattutto se sei agli inizi, sarebbero probabilmente strumenti troppo avanzati da prendere in considerazione. Molto più semplicemente ti suggerisco di scegliere le parole chiave con cui ottimizzare i tuoi video nel modo che ti ho consigliato in questi due articoli “Come scegliere le Parole Chiave” e “SEO fai da te”: è vero che sono entrambi articoli riferiti alla selezione delle keywords per la SEO su Google, ma ritengo che siano strategie ADATTE anche per farlo su YouTube.

YouTube SEO: ottimizzazione del video

Scelta la parola chiave, devi ottimizzare dal punto di vista SEO il tuo video. Di seguito ti spiego come fare:

  • Parola chiave nel titolo del video: inserisci la parola chiave nel titolo del video, mettendola possibilmente all’inizio del titolo,
  • Parola chiave nella descrizione del video: inserisci una descrizione testuale del video (possibilmente non di tre righe, impegnati a farla completa) e all’interno della descrizione inserisci la parola chiave (non esagerando con le ripetizioni).
  • Etichette, note e sottotitoli: inserisci la parola chiave anche nel video con l’utilizzo delle etichette, delle note o dei sottotitoli. Anche in questo caso ti raccomando di non esagerare con le ripetizioni delle keywords e di risultare SEMPRE naturale per l’utente

5. Tieni alto il tempo di visualizzazione

Il tempo di visualizzazione è tra i fattori più importanti per aumentare il ranking su You Tube dei tuoi video. Per tenere alto il tempo di visualizzazione puoi seguire diverse strade:

  • Fare video brevi: di pochi minuti, che trattino argomenti specifici in poco tempo,
  • Tutorial: puoi creare delle guide che spieghino nel DETTAGLIO come fare una determinata cosa fornendo un’ UTILITA’ pratica all’utente, che quindi sarà invogliato a vedere il video fino alla fine,
  • Vai dritto al punto: evita come la PESTE lunghe introduzioni. Anzi evita del TUTTO le introduzioni e comincia col spiegare immediatamente i contenuti del video,
  • Cerca di essere coinvolgente: se c’hai la verve di Romano Prodi si fa fatica a sorbirsi il video fino alla fine senza attacchi di narcolessia. Cerca quindi di essere un minimo pimpante,
  • Dai VALORE: il tuo video deve essere UTILE sul serio. O perché spieghi una procedura, o perché illustri un’ IDEA, o qualunque sia il contenuto, deve essere UTILE e di VALORE. Non c’è altro modo per far si che la gente lo guardi fino in fondo.

6. Crea Contenuti Coerenti 

YouTube (come il suo fratello maggiore Google) ama l’autorevolezza e la focalizzazione.

Per farla semplice, più sei focalizzato su un argomento (sia nel tuo sito che ne tuo canale Youtube), più per Google e YouTube acquisirai autorevolezza per quello specifico argomento.

Quindi se inizi a caricare regolarmente i tuoi video su uno stesso argomento,  è molto più probabile che la tua visibilità aumenti per termini di ricerca correlati.  Quando si tratta di scegliere l’argomento consiglio sempre di scegliere una NICCHIA il più stretta possibile. In questo modo YouTube riconoscerà in te una fonte attendibile per la tua stretta cerchia e ti favorirà in termini di ranking dei tuoi video. Se al contrario i tuoi contenuti sono troppo diversi tra di loro, è molto più probabile che il tuo canale verrà trascurato dall’algoritmo.


7. Crea Video con Costanza (e non cercare la perfezione)

no perfezioneCrea video con costanza. NON è necessario che parti con un canale con 30 video, ma è importante che, una volta creato, sia aggiornato con frequenza con l’aggiunta di nuovi contenuti. E pensa anche che ci saranno degli utenti che ti seguono e la pubblicazione periodica di nuovi video creerà con loro una sorta di “appuntamento” frequente.

Altro aspetto  molto IMPORTANTE: NON cercare la PERFEZIONE (che non esiste). Non aspettare di chiamare un operatore professionista per fare i video. E non farti le paranoie sulle luci, il montaggio ecc ecc.

Certo, se riesci a curare anche i “dettagli” ben venga, ma se questi devono essere la SCUSA per NON fare i video, allora no, non ci siamo. Basta anche un normalissimo smartphone o una videocamera non professionale: la cosa più importante dei video sono i CONTENUTI, quello che dici, le informazioni che passi. E’ quello che cercano gli utenti. Se poi la “fotografia” del tuo video non sarà da nomination all’oscar, chi se ne frega. Intanto ci sei!


8. Rispondi ai commenti, SEMPRE

Rispondi ai commenti

Rispondi SEMPRE ai commenti. Youtube è un Social Network e come per gli altri social, se qualcuno commenta un tuo video, o magari ti pone una domanda, DEVI rispondergli. Magari puoi non avere il tempo di farlo in tempo reale, ma DEVI farlo. In questo modo ti renderai più PRESENTE verso chi ti segue, aumentando la tua reputazione nei suoi confronti.


9. Collega il tuo canale di Youtube alla tua Pagina Facebook

collega Youtube a FacebookPer promuovere ancor di più i tuoi video il consiglio che ti do è quello di condividerli su Facebook collegando il tuo canale alla tua FanPage (non è possibile farlo coi profili personali).  Sono diverse le applicazioni YouTube che ti permettono di farlo, ma comunque tu utilizza questa https://apps.facebook.com/youtube-app/  molto semplice e intuitiva. E GRATUITA. Una volta seguita tutta la procedura avrai creato una TAB sulla tua pagina che permetterà ai tuoi utenti di accedere a tutti i tuoi video.

 

Dopo aver creato la TAB nella tua pagina Facebook, dovrai renderla visibile modificando l’ordine di visualizzazione, dato che qualsiasi pagina Facebook permette di vedere solo 4 TAB sotto l’immagine di copertina. Dovrai quindi accedere alla sezione “ALTRO”  della tua pagina Facebook e cliccare su “GESTISCI TAB”, “trasportando” col mouse nelle prime posizioni la nuova YOUTUBE TAB vicino a quelle che mostrano le “INFORMAZIONI” e le “FOTO”.

Gestisci Tab Facebook

In questa nuova sezione potrai scegliere di mettere in primo piano il video tra i tuoi che preferisci e mostrare l’anteprima di tutti i video che hai caricato sul tuo canale.


 10. Monitora con Analytics di YouTube

Controlla le statistiche e vedi come sta andando. Accedendo al “Creator Studio” del tuo canale potrai controllare quante visualizzazioni hanno avuto i tuoi video, la durata media della visione, il numero degli iscritti al tuo canale ed una valanga di altre informazioni. Non è necessario che tu diventi un esperto nella lettura dei dati, ma darci almeno un’occhiata una volta ogni tanto ti permetterà di capire se sei sulla strada giusta.

Conclusione

In tante occasioni, soprattutto in questi anni di crisi, un’infinità di volte mi son sentito rispondere che “non investiamo sul web perché non c’è budget”….Beh, crearti un canale di Youtube è GRATUITO. Fare i video anche. E i vantaggi sono enormi. Quindi…

…NON HAI SCUSE: fallo e basta!

*************************************
Stai pensando alla SEO?
[Affida a ME la tua campagna di posizionamento sui Motori!]
10 anni di esperienza, decine di clienti soddisfatti, sicurezza del risultato.

Stai pensando alla SEO? Allora sei fortunato a conoscermi, la SEO è uno dei servizi su cui sono particolarmente SPECIALIZZATO. Posiziono i siti dei miei clienti da 10 anni, ho decine di clienti soddisfatti e di casi di SUCCESSO dimostrabili. Se ti interessa saperne di più, contattami qui .
*************************************

Internet SALVERA’ la tua azienda, se solo CAPISCI come usarlo…

By | 10 febbraio 2016

Internet Salverà la tua azienda

Imprenditore: “Vorrei mettere anche la sezione news sul sito…”

Io: “Ok, ma poi ce la scrivete almeno una notizia al mese, vero? Perché sennò fa brutto…”

Imprenditore: “A beh, è vero…forse è meglio di no allora…”

Oppure

Io: “Ce li avete dei video? Oppure che ne pensate di cominciare a produrne? Tanto ormai con lo smartphone ci metti un attimo e puoi produrre nuovi contenuti con facilità…”

Imprenditore:” E ma poi chi li fa stì video….e poi con tutto il da fare che abbiamo non ci staremmo dietro….”

Io indico la LUNA, tu guardi il DITO…

indico la lunaLe frasi che ho riportato sopra sono quelle che molto spesso, nel 95% dei casi, mi ritrovo a recitare con ogni imprenditore col quale mi trovo a parlare della propria presenza online…

Dettagli tecnici marginali dal mio punto di vista, che sicuramente vanno analizzati e tenuti in considerazione, ma che NON dovrebbero essere l’argomento di discussione principale tra me (il consulente) e l’imprenditore…

E alla base di questo “Equivoco” c’è una sola ragione: l’imprenditore NON capisce cos’è internet e come DOVREBBE usarlo per la sua azienda…

 La tua mentalità

Mediamente l’imprenditore vede ANCORA il proprio sito web, la propria presenza online,  come un MALE necessario… come qualcosa che ci deve essere, che possibilmente non sfiguri troppo rispetto ai concorrenti (anche loro messi male quanto a sfruttamento di internet) e che “prima ci togliamo il pensiero di rifare sto sito, meglio è…”….oppure “ lo so il sito è vecchio e andrebbe rifatto, ma adesso abbiamo altre incombenze e ci tocca rimandare a data da destinarsi….”

Fattelo dire chiaramente e senza giri di parole:

NON C’HAI CAPITO PROPRIO NIENTE!

 Cosa NON vedi

Imprenditori ciechiQuesto tipo di mentalità è PROFONDAMENTE SBAGLIATA e per dirtelo alla romagnola, se la pensi così,

“sei indietro come le palle del cane” ….

Quello che NON vedi, l’opportunità che NON cogli, il nocciolo della questione che NON comprendi è che internet, NON si riduce al sito web istituzionale, che ti serve ad avere il biglietto da visita online…

Ma va là, questo concetto è antico come le spalline usate fino agli anni 80!

Internet è uno STARORDINARIO mezzo di comunicazione, che PUOI CONTROLLARE direttamente (cosa che non puoi fare con gli altri media, a meno che tu non sia Berlusconi  o Renzi…).

Internet è lo strumento che meglio di ogni altro ti permette di comunicare coi tuoi clienti quando loro cercano informazioni sui tuoi prodotti o servizi.

Internet è il mezzo di comunicazione che ti permette di rimanere in contatto coi tuoi clienti acquisiti, fidelizzandoli.

Internet è il mezzo di comunicazione tramite il quale spiegare in cosa la tua azienda è migliore rispetto ai tuoi concorrenti.

Internet è sempre acceso, 24 ore su 24 ore, 7 giorni su 7. Non si ammala e non va in ferie…

Internet ti permette di raggiungere i tuoi clienti nella casella di posta elettronica, sullo smartphone, sul pc, mentre sono su Facebook, quando navigano su Linkedin o quando cercano qualcosa su Google…

Internet è il PRESENTE e il FUTURO, e se non sei d’accordo su questo, allora lascia perdere questo blog perché parliamo due lingue diverse e incompatibili tra loro.

 Pensa “Digitale”

pensa digitaleSiamo nel 2016 ed è arrivato il momento per te di capire da che parte stare, è arrivato il momento di decidere se sfruttare l’OPPORTUNITA’ che internet ti offre, o continuare a IGNORARLA, come probabilmente hai fatto fino ad oggi….

Devi CAMBIARE mentalità!

La presenza della tua azienda su Internet, NON si può più ridurre al “sito vetrina”. Devi cominciare a  pensare digitale. Devi finalmente CAPIRE che internet ti dà la possibilità di COMUNICARE ogni aspetto della tua azienda:

  • Parli al telefono con un tuo cliente che ha un problema e gli spieghi come risolverlo grazie al tuo prodotto/servizio. Bene, appena chiudi la chiamata segnati un appunto di scrivere un articolo nel quale spiegherai quello che ti è appena successo, descrivendo problema e soluzione.
    • Poi pubblichi l’articolo sul sito,
    • Poi condividi l’articolo sulla pagina Facebook aziendale,
    • Poi condividi l’articolo su Linkedin,
    • E magari lo mandi per email ai tuoi clienti…
    • In questo modo avrai cominciato a COMUNICARE
  • Sei in giro per lavoro e ti viene in mente che potresti dare un consiglio ai tuoi clienti su un ERRORE comune e FREQUENTE che viene commesso. Bene, prendi il tuo smartphone e facci un video in cui spieghi il consiglio.
    • Poi pubblichi il video sul canale di Youtube aziendale (magari collegato al sito),
    • Poi condividi il video sulla pagina Facebook aziendale,
    • E poi su Linkedin,
    • E magari lo mandi per email ai tuoi clienti
    • In questo modo avrai cominciato a COMUNICARE
  • Partecipi ad una fiera nella quale ci butti pure un bel po’ di soldi. Sfrutta al massimo l’investimento. Fai dei video in cui racconti la tua presenza in fiera giorno dopo giorno, e se magari ti viene a trovare qualche cliente soddisfatto dai tuoi prodotti o servizi, chiedigli di lasciarti una testimonianza video della sua soddisfazione…
    • Poi diffondi tutto il materiale che produci nei modi che ti dicevo prima,
    • In questo modo starai COMUNICANDO.

Potrei scrivere ancora mille esempi di come puoi usare internet per COMUNICARE meglio rispetto a quanto hai fatto fino ad oggi, ma con gli esempi che ti ho già fatto dovresti aver capito…

 I vantaggi di questo approccio

Scalata al successoQuante volte un concorrente, magari più scarso di te, ti ha fregato un cliente, e ti sei chiesto “ma com’è possibile”?

Ma quel cliente ti conosceva? Conosceva la tua azienda? Hai usato internet per presentarti meglio rispetto hai concorrenti? Probabilmente la risposta a queste domande è no…

Quante volte un tuo cliente ha acquistato un prodotto/servizio che vendi anche tu da un altro perché NON sapeva che lo vendi anche tu?

Ma a quel cliente gliel’hai mai comunicato che avevi anche tu quel prodotto o servizio? Se pensi che una mail 6 mesi fa sia una comunicazione sufficiente, stai sbagliando…Se magari comunicavi in maniera CONTINUATIVA questa informazione (ad esempio descrivendo sul tuo sito i dettagli del prodotto/servizio, i benefici che porta e diffondendo poi queste info nei modi che ti descrivevo prima) questo rischio lo evitavi…

Quante volte ti ritrovi con clienti che ti chiedono sconti su sconti non percependo il valore maggiore che ha il tuo prodotto/servizio rispetto alla concorrenza?

Ma se non educhi nel tempo i tuoi clienti, spiegando perché i tuoi prodotti/servizi sono migliori rispetto alla concorrenza, difficilmente ci riuscirai in trattativa: in quel momento tutti i “venditori” presentano il proprio prodotto come il migliore, e arrivati a quel punto spesso vince quello che costa di meno.

Quante volte t’è capitato di perdere un cliente perché non riuscivi a sentirlo/visitarlo da troppo tempo e quindi il rapporto si è affievolito fino a che è arrivato un altro che te l’ha soffiato?

Ma se a questo cliente nel tempo avessi inviato informazioni utili sui tuoi prodotti/servizi, usando i metodi che ti dicevo prima (video, articoli, social ecc),  non pensi che forse il rischio che succeda questa cosa possa diminuire? Ti rispondo io: SI, se COMUNICHI, aumenti la fidelizzazione anche con i clienti che non riesci a visitare/sentire frequentemente…

Ora sta a te, caro il mio imprenditore che stai leggendo questo post,  decidere se continuare ad utilizzare internet per avere il tuo inutile sito vetrina, o cominciare a fruttarne la POTENZA di comunicazione che ti mette  disposizione.

Conclusione

E’ possibile che arrivato a questo punto dell’articolo, ti possa passare per la testa il pensiero:

“Ecco, è arrivato lui a dirmi che se rifaccio il sito salvo l’azienda..:”

Se hai fatto questo pensiero lo capisco, ed è naturale., Permettimi però di concludere spiegandoti nelle ultime righe l’essenza del messaggio che voglio passarti. In questi anni di crisi ho visto FALLIRE decine di aziende di miei clienti. Se sei sopravvissuto, già per ME SEI UN EROE.

Devi però trovarti d’accordo con me, che se ancora hai qualche difficoltà, e non hai cambiato niente nel tuo modo di gestire l’azienda, forse, un pensiero su qualche cambiamento puoi anche farlo.

E il cambiamento di cui parlo in questo articolo si riferisce al marketing e alla comunicazione (nel mo caso, sfruttando internet). I clienti che avevi fino al 2009, se non fai TU qualcosa di DIVERSO per andarteli a PRENDERE non torneranno più. Ma hai la fortuna di decidere di FARE qualcosa…

INTERNET SALVERA’ la tua azienda, se SOLO capisci come usarlo…

******************************************
Vuoi realizzare un sito di successo ma le web agency che hai sentito non ti convincono?
[Forse Hai bisogno di me]

Se devi realizzare il nuovo sito web della tua azienda e non sai a chi rivolgerti oppure le web agency che hai sentito non ti hanno convinto allora forse potrei esserti io d’aiuto. Contattami qui e valuterò con te quale sito sarà meglio realizzare nel tuo caso.
******************************************

Imprenditore e Sito Web: i 4 Errori più Comuni e i 4 Consigli da Seguire per ottenere RISULTATI migliori!

By | 3 febbraio 2016

realizzazione sito web aziendale

“Bene Gianpaolo, adesso che abbiamo firmato il contratto per rifare il sito web della nostra azienda, potete rivolgervi a Stefania, la nostra stagista, alla quale potrete fare riferimento per qualsiasi cosa vi serva per realizzare il sito…..”

La frase sopra riportata è inventata, ma condensa più o meno il messaggio che MOLTO spesso mi passano gli imprenditori miei clienti con i quali  stipulo il contratto per la realizzazione del loro nuovo sito web aziendale…Qual è il problema di quel messaggio? Beh, non è molto difficile capirlo.

Il problema di quella frase è che troppo spesso gli imprenditori credono che, una volta firmato il contratto per il nuovo sito, il loro lavoro sia finito, e che da lì in poi è compito della web agency e di qualche suo collaboratore portare avanti la realizzazione del progetto evitando di “disturbare” l’imprenditore con sti lavori….

Nell’articolo di oggi ti voglio parlare proprio di questo tipo di atteggiamento, del perché SIA SBAGLIATO e di quale tipo di approccio sia invece GIUSTO tenere nei confronti del progetto di realizzazione del sito web aziendale.

 Cos’è il sito web

Faccio una piccola premessa, descrivendoti innanzitutto cos’è il sito web aziendale dal mio punto di vista.

Biglietto da visita? Sito vetrina? Presenza istituzionale?

Un sito web aziendale non è per me niente di tutto questo. Un sito web è un MEZZO DI COMUNICAZIONE importantissimo che le aziende hanno a disposizione e del quale sono PROPRIETARIE (a differenza di tutti gli altri media…)

Questo è un sito web, un mezzo di comunicazione. Ed è così che gli imprenditori dovrebbero vederlo

I 4 Errori più frequenti

Ma torniamo a noi…come ti dicevo in apertura, spesso (quasi sempre) gli imprenditori commettono diversi errori di approccio una volta stipulato il contratto di realizzazione sito web aziendale. Di seguito te ne elenco alcuni dei più frequenti:

1) Non avere mai tempo

non avere tempoQuando realizziamo un sito web per un nostro cliente, in diverse fasi, abbiamo bisogno del tempo dell’imprenditore per concordare alcuni step di lavoro e/o raccogliere informazioni sull’azienda. Una di queste fasi è ad esempio quella del Copywriting dei testi, che consiste nel servizio di scrittura dei testi che forniamo ai nostri clienti, sprovvisti nella quasi totalità dei casi di testi descrittivi dell’azienda decenti…

Ovviamente prima di scrivere i testi che popoleranno il sito del cliente, abbiamo bisogno di fare un’intervista telefonica approfondita nella quale raccogliere le informazioni necessarie sull’azienda, i prodotti, i servizi ecc, senza le quali non potremmo certo scrivere i testi “inventandoci” la fonte delle informazioni…

E capirai bene che NESSUNO meglio dell’imprenditore è in grado di fornire le informazioni migliori sull’azienda…

Ogni volta è un PARTO!

Per fare questa benedetta intervista ogni volta è un parto. Più o meno lo scenario che si ripete è questo:

  • per cominciare un paio di bidoni, ovvero un paio di appuntamenti saltati dopo che ci si era accordati di sentirsi il giorno x alle ore y;
  • a seguire il tentativo di “far presto che non c’ho tempo”, e quindi di ridurre a 10 minuti un’attività che NECESSARIAMENTE ha bisogno di molto più tempo;
  • In ultimo, i più temerari, si propongono di “fare da soli”, perché tanto le cose come le sanno loro non le sa nessuno. Risultato di questa scelta: DILATAMENTO dei tempi e risultato (spesso) PESSIMO!

2) Non voler scrivere molto

no contentSecondo errore tipico commesso dagli imprenditori nella realizzazione del proprio sito web aziendale è quello che si traduce nella pronuncia della mitica frase “nel sito scriviamo poca roba tanto la gente NON legge” …Questa frase è un MUST.  Peccato che sia TOTALMENTE SBAGLIATA.

Innanzitutto non è vero che la gente NON legge: non legge se non trova scritto niente di interessante. Altrimenti legge eccome (e te lo dice uno che scrive tutte le settimane nel blog articoli spesso molto lunghi….)

In seconda battuta, se anche fosse vero che la gente non legge, è SICURO il fatto Google premia i CONTENUTI (cioè in prima battuta i TESTI), e quindi se hai un sito con dei contenuti, hai una possibilità di essere visibile sui motori di ricerca. Se hai un sito con 4 righe di testo a pagina, sarai SICURAMENTE INVISIBILE sui motori di ricerca.


3) Demandare all’ultimo arrivato

ruota carroAltro errore tipico commesso dagli imprenditori nella realizzazione del sito web aziendale è quello di demandare all’ultimo arrivato in azienda (lo stagista, la segretaria, il figlio fancazzista o comunque un collaboratore che “costa poco”) il compito di seguire le fasi di lavorazione del nuovo sito web aziendale.

Questo è un ERRORE GRAVISSIMO: ammesso che la persona a cui si affida il compito, abbia voglia ed entusiasmo i seguirlo al meglio, come può essere in possesso delle informazioni per COMUNICARE al meglio i concetti dell’azienda? Semplicemente NON PUO’!


4) Non avere foto decenti

foto-brutteQuesto è un errore più PRATICO, ma comunque frequentissimo e di sicuro impatto sulla realizzazione del sito web aziendale. Prova a chiederti: come sto messo a foto?

Hai foto decenti di prodotti, azienda, staff ecc ecc?

Nel 90% dei casi la risposta a questa domanda è NO.

Questi 4 sono gli errori più frequenti commessi dagli imprenditori DURANTE la realizzazione del sito web aziendale…Ti ci sei riconosciuto?

Se la tua risposta è SI, allora sono SICURO di una cosa: dal sito web aziendale NON stai ottenendo RISULTATI. Ho indovinato, vero?

 I 4 Consigli da Seguire

Dopo averti presentato gli errori tipici commessi dagli imprenditori nella fase di realizzazione del sito web aziendale, ti espongo invece qualche consiglio per metterti nella condizione di prepararti a meglio alla realizzazione del sito web della tua azienda…

 

1) Investi TEMPO, oltre al budget che avevi stanziato

investi tempoQuando decidi di rifare il sito aziendale, metti nel conto NON solo il budget economico che avevi intenzione di spendere, ma prevedi di dedicare del tempo per seguire PERSONALMENTE il progetto. Se ad esempio ti trovi in un periodo di “alta stagione” per la tua azienda, magari rimanda di qualche mese il progetto del sito web, ma quando lo fai, ritagliati del tempo per:

  • Incontrare dalle 2 alle 4 volte la web agency che ti segue il progetto;
  • Realizzare i testi (magari nuovi) da inserire nel nuovo sito;
  • Presentare STRATEGICAMENTE la tua azienda:

qual è la filosofia aziendale, NESSUNO meglio di te IMPRENDITORE può saperlo, quali sono le reali esigenze dei tuoi clienti e i tuoi punti di forza rispetto alla concorrenza, IDEM. Quindi RITAGLIATI del tempo da investire nel tuo sito web!


2) Suggerisci i contenuti da inserire nel sito

suggerisci ideaQuesto è un CONSIGLIO molto importante. Ogni giorno TU IMPRENDITORE, parlerai coi tuoi clienti del tu prodotto/servizio, ed ogni giorno i tuoi clienti di spiegheranno quali sono le esigenze che il tuo prodotto/servizio soddisfa, quali sono le problematiche che li ha portati a cercare il tuo prodotto/servizio, perché dopo aver cercato sul mercato le alternative, hanno scelto la tua azienda ecc ecc.

Tutte queste sono informazioni INTERESSANTISSIME che potresti inserire nel nuovo sito web aziendale. E SOLO tu conosci al meglio queste informazioni.


3) Fai delle belle foto

fai belle foto

Se NON hai foto decenti di azienda, prodotti ecc, ORGANIZZATI. Chiama un fotografo e poni rimedio. Delle belle foto incidono TANTISSMO sull’aspetto grafico del sito. Quindi meglio avere foto BELLE.

 

 


4) Continua ad investire NEL TEMPO

continua a investireL’ultimo consiglio che mi sento di darti, MOLTO IMPORTANTE anche questo, è quello di continuare ad INVESTIRE nel tempo sulla tua presenza online. Come dicevo in apertura, il sito web DEVI VEDERLO come il mezzo di COMUNICAZIONE di tua proprietà. E in quanto mezzo di comunicazione, DEVI continuare ad usarlo SEMPRE per comunicare coi tuoi clienti.

E questo significa INVESTIRE CONTINUAMENTE nella propria presenza online. E fai attenzione, NON mi riferisco solo a nuovi investimenti per azioni visibilità (tipo SEO, PPC ecc) che comunque consiglio. Mi riferisco soprattutto al fatto che devi CONTINUARE a comunicare coi tuoi clienti TRAMITE il tuo sito e la tua presenza online.

La MESSA ONLINE DEL NUOVO SITO E’ SOLO L’INIZIO

Mettere online il nuovo sito NON deve essere visto come la fine del lavoro. Ormai siamo nel 2016, NON PUOI PIU’ fare a meno di usare il web per comunicare coi tuoi clienti.

Quello che devi continuare a fare è:

  • aggiungere contenuti sempre nuovi,
  • tenere aggiornato il catalogo dei prodotti,
  • tenere un blog aziendale (come faccio io),
  • fare dei video da pubblicare su Youtube (come faccio io),
  • raccogliere testimonianze video da clienti soddisfatti da pubblicare sul sito (come faccio io).

Queste cinque attività sono un esempio di azioni che puoi fare GRATIS, ovvero senza avere un esborso economico. Ci vuole tempo, è vero: ma se dedichi tempo ai tuoi utenti, molti più di loro si trasformeranno in CLIENTI.

***************************************************
Devi rifare il sito aziendale ed è tua intenzione fare un BUON LAVORO?
[Affidati a me per avere un SITO WEB EFFICACE!]

Il sito web e la tua presenza online devono essere il mezzo per raggiungere ed acquisire nuovi potenziali clienti. Se stavi pensando di rifare il sito web aziendale, e vuoi rifarlo con ME, contattami per discuterne, e vediamo se posso AIUTARTI. Puoi scrivermi qui.
***************************************************