Monthly Archives: maggio 2016

Come vedere CROLLARE il traffico “SEO” del proprio sito…

By | 24 maggio 2016

Calo visite sito web: come evitare il crollo del traffico SEO

calo visite sito web

Qualche mese fa conosco Pino (nome inventato) su Facebook.
Pino ha un ecommerce, e segue il mio blog perché lo trova interessante.
Pino ha da poco commissionato il rifacimento del suo sito, che ha qualche anno e mostra segni di invecchiamento…

ATTENZIONE PERO’: quando si rifà un sito web, BISOGNA fare molta attenzione ad alcuni dettagli da NON trascurare in modo da evitare un calo visite sito web, altrimenti si corre il rischio di fare DANNI. Anche seri, a volte.

In particolare, soprattutto se il sito vecchio è “posizionato” e attira molto traffico dai motori di ricerca, bisogna fare attenzione nell’eseguire diverse operazioni, la più IMPORTANTE delle quali è sicuramente:

  • Redirect 301 delle vecchie url sulle nuove,

Ti spiego al volo cos’è il Redirect 301.

Il sito vecchio ha i suoi indirizzi per ogni pagina che lo compone. Ad esempio, il prodotto SEDIA ROSSA avrà la sua pagina con questo indirizzo www.nomesito.it/sedia_rossa.

Rifacendo il sito gli indirizzi cambiano (per mille motivi che non ti spiego ora) e quindi la pagina del prodotto SEDIA ROSSA nel nuovo sito ha questo nuovo indirizzo www.nomesito.it/sedie/sedia_rossa.

Dov’è il problema?

Il problema sta nel fatto che Google ha indicizzato il vecchio indirizzo e se metti online il nuovo sito con il nuovo indirizzo di quella pagina, e NON fai niente, a Google risulta un errore, perché ha indicizzata la vecchia pagina e se la trovi nei risultati di una ricerca e ci clicchi ti ritrovi con un messaggio di errore, perché la pagina non viene trovata (avendo un nuovo indirizzo) e questo determina una perdita posizionamento sito web.

Questo inconveniente si risolve configurando il Redirect 301, che senza entrare in dettagli tecnici, è sostanzialmente una configurazione che avvisa Google che la vecchia pagina della SEDIA ROSSA che prima aveva questo indirizzo www.nomesito.it/sedia_rossa, d’ora in poi risponde al nuovo indirizzo www.nomesito.it/sedie/sedia_rossa, e così tutto fila liscio.

Sembra facile vero?
Beh si, in effetti dovrebbe esserlo per chi si occupa di web…

L’agenzia che ha fatto il nuovo sito a Pino ha fatto questa configurazione?

No. Purtroppo l’ha ignorata completamente.

RISULTATO

Lo vedi nell’immagine delle sue statistiche di Analytics: crollo delle visite con perdita del 40% di traffico generato da Google (e considera che il sito aveva circa 20.000 visite/mese).
Essendo poi un ecommerce, il calo delle visite si è ovviamente tramutato in un conseguente calo delle vendite.

Cosa fare quindi

Se stai rifacendo il sito web aziendale, ricordati di chiedere alla tua web agency informazioni riguardo la configurazione del Redirect 301. Puoi anche approfondire l’argomento leggendo questo articolo sul restyling del sito web.

P.S: Se la tua web agency NON ti da risposte convincenti, prova a contattarmi, magari EVITIAMO disastri!

**********************************
[Stai pensando alla SEO?]
Affida a ME la tua campagna di posizionamento sui Motori!
10 anni di esperienza, decine di clienti soddisfatti, sicurezza del risultato. Contattami qui.
**********************************

Internet NON è il Campo dei Miracoli…

By | 13 maggio 2016

Quando investire online

Nella famosa favola di Collodi, Pinocchio si lascia convincere da quei due furfanti del Gatto e la Volpe, a sotterrare le cinque monete d’oro che si era da poco guadagnato con Mangiafuoco, perché in quel campo MAGICO, dalle sue monete sarebbe un albero di ZECCHINI D’ORO che avrebbe moltiplicato le sue prime cinque monete…

Purtroppo il Campo dei Miracoli NON ESISTE.
E se su Internet ci pianti 5 monete, le PERDI, non ne nasce ALCUN albero miracoloso.

Ti spiego dove voglio arrivare.

Mi capita ogni tanto di incontrare imprenditori ai quali è venuta un’idea “brillante” di business online:

  • Chi vuole aprire un nuovo grosso portale che venda servizi di qualche tipo,
  •  Chi vuole fare un nuovo Social Network (tipo Facebook, ma più bello…),
  •  Chi vuole aprire un ecommerce, perché lui in internet ci crede (anche se ci sono altri 22 colossi online che vendono gli stessi prodotti),
  • Chi, molto più semplicemente, ha € 500 di budget e vuole conquistare il www.

Purtroppo non funziona così. I sogni son belli, ma se non li misuri con la realtà, diventano presto INCUBI.

Se hai un’idea di progetto online, PRIMA di partire con la fase operativa, dovresti verificare che:

  • La tua idea sia originale o non sia invece già presente online,
  • La tua idea risolve un problema o un’esigenza MEGLIO di quanto sia fatto fino ad oggi,
  • La tua idea interessa a qualcuno (c’è qualcuno che cerca il tuo prodotto/servizio? c’è quindi domanda?)

Solo DOPO aver avuto risposte positive a queste domande, puoi partire con la fase operativa (fare siti vari, campagne di visibilità).

Anche perché, caro imprenditore, se quelle domande non te le fai tu, va a finire che incappi nelle mani del “Gatto e la Volpe” di turno, che pur di sottrarti le tue Cinque Monete, non si faranno scrupoli ad assecondare la tua idea, anche se PALESEMENTE CARENTE sotto l’aspetto delle potenzialità di riuscita.

*********************************
[Hai bisogno di me?]
Se stai pensando di migliorare la visibilità online della tua azienda e vuoi parlarne con me contattami qui http://www.gianpaoloantonante.com/contatti/
*********************************