Quando la SEO NON serve: 3 esempi PRATICI

By | 13 dicembre 2016

Dont-Think-you-need-SEO-1

L’altro giorno ho ricevuto questo commento ad un mio articolo:
“Ho letto fino a che parli di SEO. Devo dissentire su più punti. Seo serve quasi sempre, in modi differenti e per differenti motivi, ma serve al 95% dei casi e soprattutto, i colossi si possono battere. Io lo feci con un progetto mirato. 🙂

Ho risposto a questa persona sottolineando che NESSUNO strumento si può considerare utile nel 95% dei casi, semplicemente perchè i casi sono DIVERSI.

Nello specifico, occupandomi di web marketing, lo scopo del mio lavoro è quello di promuovere le aziende dei miei clienti.

Ma visto che i miei clienti fanno lavori diversi tra loro, hanno clienti diversi tra loro, che si comportano in modo diverso a seconda del prodotto o servizio che devono acquistare di conseguenza, in alcuni casi sono più utili alcuni strumenti per “intercettare” la domanda, altre volte sono più adatti strumenti diversi.

Cos’è la SEO?

Innanzitutto, giusto per non dare niente per scontato, ti ricordo che per SEO si intendono quelle attività svolte su un sito web (internamente ed esternamente) che hanno lo scopo di far apparire il sito in questione nei primi risultati di Google per intercettare le visite di utenti che digitano una parola chiave nel motore di ricerca per trovare prodotti e/o servizi.

Quindi, ad una prima occhiata, essere “primi su Google” è sempre utile…ma NO, in realtà non è così.

Torniamo al punto: quando la SEO NON serve?

Ci sono casi in cui la SEO, e quindi essere posizionati su Google, può non essere utile ad un’azienda.

Senza fare troppa teoria mi spiego presentandoti 3 casi reali di miei clienti:

1) Produzione pietre colorate

Ho un cliente che ha ideato la produzione di pietre colorate, principalmente pensate per l’utilizzo all’aperto (per decorare i giardini) ma con nuove applicazioni allo studio.

Il target di questo cliente sono gli architetti, i professionisti che “progettano” i giardini dei propri clienti, ai quali poter proporre anche le pietre colorate in questione come materiale da utilizzare per le proprie realizzazioni.

Perchè la SEO non è adatta al caso:

  • Poche ricerche: il prodotto è un prodotto NUOVO sul mercato, che non è abituato a pensare alle pietre colorate come materiale decorativo.Essendo un prodotto NUOVO viene (ovviamente) cercato poco su Google e i volumi di traffico che ci si può aspettare di generare non è poi così alto,
  • Target non facilmente intercettabile: questo è il punto più IMPORTANTE di tutti. Come detto qualche riga in su, il target del mio cliente sono gli architetti e NON i privati, che non potrebbero essere gestiti con efficacia.Come fai a intercettare SOLO gli architetti se posizioni il sito al primo posto su Google con “Pietre Colorate” (keyword di esempio)?Semplicemente non puoi: se posizioni il sito con quella keyword la possibilità di intercettare gli architetti è remota, mentre è quasi certo ricevere richieste di privati che, non potendo essere gestite, sarebbero solo di intralcio,
  • Facebook è uno strumento molto più adatto alla situazione: gli architetti sono (forse) vanitosi, e gli piace mostrare a tutti di essere ARCHITETTI.E lo mostrano anche su Facebook, inserendo il loro “titolo professionale” nel loro profilo. Questo fa si che siano facilmente (e chirurgicamente) intercettabili.

Date le problematiche sopra riportate, che senso avrebbe per questo cliente investire in SEO, visto che con Facebook ha molte più possibilità di parlare agli architetti?

P.S: In pochi mesi di campagna Facebook, abbiamo generato circa 300 lead di ARCHITETTI interessati al prodotto.

Con la SEO non avremmo potuto riuscirci.

2) Divani per Cani

Da pochissimo sono in contatto con un cliente che produce e rivende divani per cani. Il sito lo sta mettendo online proprio in questi giorni.

Come lo promuoviamo?

Non con la SEO, perlomeno all’inizio. Ecco perchè:

    • Molte ricerche, molta concorrenza. A differenza del caso precedente, in questo caso esiste domanda su Google: infatti per la keyword “divani per cani” vengono effettuate circa 1.900 ricerche mensili…però, ci sono (ovviamente) già concorrenti posizionati con quella keyword.Questo fattore, unito al fatto che il sito del cliente non è ancora online e quindi non ha storia (fattore che influisce sull’autorevolezza SEO di un sito web) mi fa decidere che NON potrà essere la SEO uno strumento da prendere in considerazione in prima battuta,
    • Su Facebook ci sono un sacco di amanti dei cani: oltre all’analisi sull’oggettiva e inevitabile difficoltà che questo cliente incontrerebbe con la SEO, non si può non tener conto del fatto che su Facebook è relativamente semplice intercettare gli amanti dei cani (e quindi potenziali clienti interessati ai divani).

Tra l’altro già autonomamente il cliente ha attivato nei mesi scorsi campagne SOLO su Facebook, generando centinaia di Lead con spese bassissime.

Considerato tutto e non dimenticando che il budget pubblicitario in questo caso (come nella maggior parte dei casi) è limitato, ha senso pensare alla SEO?

La risposta è NO. STOP

3) Negozio di Scarpe locale

Ultimo caso nel quale non ha senso la SEO è quello di un cliente del quale seguo la visibilità su Facebook e che ha un negozio di scarpe locale in una città del Veneto.

Senza entrare in analisi tecniche superflue, tua moglie, tua sorella, la tua morosa e in generale le tue conoscenti donne, cercano su Google i negozi locali?

Ripeto che sto parlando di negozi locali e non di Ecommerce tipo Zalando & C.

Hai tua moglie di fianco a te? Chiedile quand’è l’ultima volta che ha cercato su Google un negozio della tua città…

Pensando alla SEO, come dovrebbe posizionarsi un negozio su Google, con “negozio di scarpe Verona” (esempio)?

Non ci credo che sia Google lo strumento principale di ricerca dei negozi di scarpe locali delle donne.

Su Facebook invece, pubblicando periodicamente le foto ben fatte dei propri modelli di scarpe in vendita, nonchè contenuti informativi, questo imprenditore sta riuscendo ad ottenere discreti risultati in termini di visibilità, oltre che vendite dirette.

Anche in questo caso, avrebbe senso far spendere soldi a questo cliente per la SEO?

A mio parere NO, se non come ultima cosa da “sistemare” 😉

Ecco tre esempi nei quali seconde me la SEO NON serve, che magari possono esserti d’aiuto a capire anche qualcosa in più sulla tua situazione online.

Sottolineo il fatto che la SEO è uno dei servizi che rivendiamo in agenzia, quello su cui sono personalmente più ferrato, nonchè quello che ci porta i guadagni migliori: quindi lo proponiamo ai nostri clienti TUTTE le volte che è necessario.

Ma, tornando al commento dell’utente citato in apertura, NON esistono strumenti ADATTI al 95% dei casi, ogni situazione va analizzata nello specifico per comprendere quali siano gli strumenti da utilizzare. 😉

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *